La clandestinità e la prigionia: le lettere di Aldo Moro dal ‘carcere del popolo’

Le lettere scritte da Aldo Moro durante il periodo del rapimento lette nell’anniversario della sua morte per raccontare, in questo caso, non tanto la politica, quanto la durissima esperienza di un uomo messo di fronte alla propria morte. Ad amplificare l’eco di questo vero e proprio “monumento morale” (troppo spesso dimenticato), si affianca il racconto della vita di uno dei brigatisti carcerieri del presidente della DC.

Data

22 Mag 2007
Expired!

Ora

17:30
Categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.